July 5, 2018

Sito di automobili, motori e automotive

Ecco quando queste luci sono utili e quando invece danno fastidio.
L’uso dei fendinebbia e dei retronebbia è un argomento molto dibattuto tra gli automobilisti, che sono sempre incerti riguardo all’uso di questi fari. E’ dunque necessario fare chiarezza riguardo all’utilizzo dei fendinebbia, che possono risultare molto utili per la sicurezza del guidatore, dei passeggeri e degli altri veicoli che si trovano sulla carreggiata.

Dunque quando vanno usati i fendinebbia? Richiamando la legge specifica, notiamo che i fendinebbia sostituiscono i fanali anabbaglianti in casi di nebbia, pioggia molto forte, foschia, fumo e nevicata; questi fari risultano migliori in quanto fanno meno riflessi sulle gocce di acqua e sul pulviscolo garantendo dunque una maggiore visibilità.

In assenza di queste condizioni atmosferiche è vietato usare i fendinebbia e i retronebbia in quanto, emanando un fascio di luce molto potente, può dare molto fastidio agli automobilisti che si incrociano sull’altra carreggiata. Nel caso non si rispetti questa legge del Codice della Strada si può andare incontro ad una multa che parte da 38 euro e arriva a 155 euro.
C’è da dire, inoltre, che il fendinebbia non offre una visione della strada profonda ma illumina solo pochi metri davanti alla vettura, per questo non è utile usarlo di sera.

Infine va detto che i fendinebbia non possono essere accesi accidentalmente in quanto sono un comando disposto sul cruscotto dell’auto a parte, che va intenzionalmente pigiato.

Auto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Categories